23/02/2018 - OMS. Aggiornato l’elenco delle malattie infettive emergenti a rischio epidemico

OMS blueprint list

Febbre Congo-Crimea, malattia da virus Ebola, febbre emorragica di Marburg, febbre di Lassa, sindrome respiratoria mediorientale da Coronavirus (Mers), sindrome respiratoria acuta grave (Sars), infezione da virus Nipah, Febbre della Rift Valley e malattia da virus Zika: sono alcune delle patologie inserite nell’elenco di malattie con un significativo potenziale epidemico rispetto alle quali, tuttavia, per la mancanza o l’insufficienza di strumenti di controllo e contenimento, si impone la necessità di investimenti in ricerca. Nella lista, stilata dal gruppo di lavoro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) di scienziati ed esperti di sanità pubblica coinvolti nella strategia globale R&D Blueprint di preparazione ("preparedness") a eventuali epidemie e pandemie è stata introdotta anche la condizione “malattia X” ("disease X") a indicare la consapevolezza che un’epidemia grave e globale o sovranazionale può originare da un patogeno al momento non identificato.

Su 8 malattie o gruppi di malattie, ben tre hanno come vettori degli artropodi, due delle quali le zanzare (RVF e Zika, mentre CCHF le zecche del genere Hyalomma).

Per quanto riguarda lo Zika, l'OMS ha stabilito le seguenti priorità di ricerca e sviluppo:

  • creazione di un test multiplo per flavivirus (famiglia che comprende oltre a Zika, dengue, chikungunya), da aggiungere ai test tradizionali;
  • produzione di vaccini protettivi per prevenire la sindrome congenita da virus Zika;
  • strumenti di controllo vettoriale innovativi in grado di ridurre la popolazione delle zanzare vettrici.

Per l’occasione sono state discusse e prese in considerazione per l'inclusione nell'elenco prioritario malattie aggiuntive, tra cui: febbri emorragiche arenavirali diverse dalla febbre di Lassa, chikungunya, malattie coronavirali altamente patogene diverse dalla MERS e dalla SARS, emergenti enterovirus non polio (compresi EV71, D68) e grave febbre con sindrome da trombocitopenia (SFTS).
Queste malattie secondo l’Oms generano importanti rischi per la salute pubblica e sono necessarie ulteriori ricerche e sviluppo, tra cui la sorveglianza e la diagnostica.

Per approfondimenti, consultare la Pagina List of Blueprint priority diseases e la pagina Zika R&D presenti sul Sito dell'Oms.

Pagina aggiornata a febbraio 2018

20/02/2018 - ECDC. Distribuzione di Aedes albopictus (zanzara tigre) in Europa

Aedes albopictus gen 2018

La cartografia, aggiornata recentemente dagli esperti dell'European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC), mostra l'attuale distribuzione di Aedes albopictus nell'area europea, dov'è in forte espansione ormai da una trentina d'anni.
Questo potenziale vettore per il virus Zika, già responsabile di piccoli focolai europei di dengue e chykungunya, risulta ormai stabilmente presente lungo tutte le regioni europee che si affacciano al Mediterraneo (da Gibilterra alla Tracia occidentale)sulla costa atlantica meridionale francese, in Alsazia, nel Baden-Württemberg occidentale, nel Canton Ticino, in Bulgaria, lungo le sponde orientali del Mar Nero (le uniche ad avere anche Aedes aegypti), mentre è indicata solo come "introdotta" in zone più continentali di Francia, Svizzera, Germania, Austria, Rep Ceca, Slovacchia, Serbia, Belgio e Olanda. Sulle altre sponde del Mediterraneo risulta presente in Algeria, Israele, Giordania, Libano e Siria.

Pagina aggiornata a febbraio 2018

08/02/2018 - L’Ecdc ricorda la necessità di rafforzare la sorveglianza sulle arbovirosi

Aedes aegypti gen 2018

In seguito ai recenti ritrovamenti di Aedes aegypti, zanzara in grado di trasmettere arbovirus come quelli che provocano dengue, chikungunya e Zika, il Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc) ha pubblicato una nota sulla necessità di rafforzare la sorveglianza entomologica e le attività di controllo di questo vettore in tutta Europa, per evitare la sua diffusione nei Paesi continentali, da zone più esterne.
È infatti dello scorso dicembre la notizia che le autorità sanitarie spagnole hanno rilevato la presenza di Ae. aegypti a Fuerteventura, nelle isole Canarie. Inoltre, in concomitanza di recenti focolai di dengue lungo le coste del Mar Rosso, esemplari di questa specie sono stati identificati all’inizio dell’anno anche in Egitto. Questa zanzara è ormai stabilmente insediata nell’isola portoghese di Madeira (dove è stata responsabile di una vasta epidemia di dengue nel 2012-2013), e più recentemente lungo le coste orientali del Mar Nero, da dove potrebbe diffondersi verso ovest.
Per maggiori informazioni si legga la nota dell'Ecdc.

Pagina aggiornata a febbraio 2018

03/11/2017 - Le specie di zanzara scoperte e classificate sono aumentate. Ad oggi ce ne sono ben 3.557. Le ultime arrivate Paulianius ambremontis, Pl. hirsutus e Pl. rodhaini

Sfilata di zanze

Una recente revisione sistematica ha creato un nuovo genere di zanzare che è stato chiamato Paulianius. Ad esso afferiscono 5 specie precedentemente incluse nel genere Diceromyia (Di. coulangesi, Di. grassei, Di. madagascarensis, Di. nivea e Di. tiptoni) e 3 nuove specie di zanzare: Paulianius ambremontis, Pl. hirsutus e Pl. rodhaini. In compenso sparisce dalle specie valide Di. sylvatica entrata in sinonimia con Pl. madagascarensis. Dopo questa revisione, il numero di generi di zanzare sale a 113 e quello delle specie valide a 3.557.

27/10/2017 - 20° turno di sorveglianza sanitaria

20turno sorv

Il ventesimo turno di sorveglianza sanitaria ha permesso di raccogliere (in 21 stazioni di cattura, di cui solo 6 positive) ed identificare 24 zanzare appartenenti a 3 specie (Ae. albopictus, An. maculipennis, Cx. pipiens) che, raggruppate in 9 pool, saranno sottoposte ad indagine virologica.
I territori monitorati questa settimana sono stati quelli dell'Alessandrino settentrionale, del Cuneese occidentale, del Biellese, dell'Astigiano e della periferia nord della Città di Torino.

20/10/2017 - 19° turno di sorveglianza sanitaria

19turno sorv

Il diciannovesimo turno di sorveglianza sanitaria ha permesso di raccogliere (in 24 stazioni di cattura) ed identificare 132 zanzare appartenenti a 6 specie (Ae. albopictus, Ae. vexans, An. plumbeus, Cx. pipiens, Cs. longiareolata, Oc. geniculatus) che, raggruppate in 25 pool, saranno sottoposte ad indagine virologica.
I territori monitorati questa settimana sono stati quelli dell'Alessandrino meridionale, del Cuneese orientale, del Novarese, del Verbano-Cusio-Ossola, del Vercellese e della parte meridionale della provincia di Torino.

13/10/2017 - 18° turno di sorveglianza sanitaria

18turno sorv

Il diciottesimo turno di sorveglianza sanitaria ha permesso di raccogliere (in 21 stazioni di cattura) ed identificare 123 zanzare appartenenti a 4 specie (Ae. albopictus, An. maculipennis, Cx. pipiens, Oc. caspius) che, raggruppate in 19 pool, saranno sottoposte ad indagine virologica.
I territori monitorati questa settimana sono stati quelli dell'Alessandrino settentrionale, del Cuneese occidentale, del Biellese, dell'Astigiano e della periferia nord della Città di Torino.

06/10/2017 - 17° turno di sorveglianza sanitaria

17turno sorv

Il diciasettesimo turno di sorveglianza sanitaria ha permesso di raccogliere (in 21 stazioni di cattura) ed identificare 186 zanzare appartenenti a 5 specie (Ae. albopictus, Ae. vexans, An. plumbeus, Cx. pipiens, Oc. caspius) che, raggruppate in 26 pool, saranno sottoposte ad indagine virologica.
I territori monitorati questa settimana sono stati quelli dell'Alessandrino meridionale, del Cuneese orientale, del Novarese, del Verbano-Cusio-Ossola, del Vercellese e della parte meridionale della provincia di Torino.

29/09/2017 - 16° turno di sorveglianza sanitaria

16turno sorv

Il sedicesimo turno di sorveglianza sanitaria ha permesso di raccogliere (in 21 stazioni di cattura) ed identificare 202 zanzare appartenenti a 4 specie (Ae. albopictus, An. maculipennis, Cx. pipiens, Oc. caspius) che, raggruppate in 24 pool, saranno sottoposte ad indagine virologica.
I territori monitorati questa settimana sono stati quelli dell'Alessandrino settentrionale, del Cuneese occidentale, del Biellese, dell'Astigiano e della periferia nord della Città di Torino.

22/09/2017 - 15° turno di sorveglianza sanitaria

15turno sorv

Il quindicesimo turno di sorveglianza sanitaria ha permesso di raccogliere (in 23 stazioni di cattura) ed identificare 371 zanzare appartenenti a 7 specie (Ae. albopictus, Ae. vexans, An. maculipennis, An. plumbeus, Cx. pipiens, Oc. caspius, Oc. geniculatus) che, raggruppate in 27 pool, saranno sottoposte ad indagine virologica.
I territori monitorati questa settimana sono stati quelli dell'Alessandrino meridionale, del Cuneese orientale, del Novarese, del Verbano-Cusio-Ossola, del Vercellese e della parte meridionale della provincia di Torino.

15/09/2017 - 14° turno di sorveglianza sanitaria

14turno sorv

Il quattordicesimo turno di sorveglianza sanitaria ha permesso di raccogliere (in 21 stazioni di cattura) ed identificare 315 zanzare appartenenti a 6 specie (Ae. albopictus, Ae. vexans, An. maculipennis, Cx. pipiens, Oc. caspius, Oc. geniculatus) che, raggruppate in 40 pool, saranno sottoposte ad indagine virologica.
I territori monitorati questa settimana sono stati quelli dell'Alessandrino settentrionale, del Cuneese occidentale, del Biellese, dell'Astigiano e della periferia nord della Città di Torino.

08/09/2017 - 13° turno di sorveglianza sanitaria

13turno sorv

Il tredicesimo turno di sorveglianza sanitaria ha permesso di raccogliere (in 23 stazioni di cattura) ed identificare 1.850 zanzare appartenenti a 6 specie (Ae. albopictus, Ae. vexans, An. maculipennis, Cx. pipiens, Oc. caspius, Oc. geniculatus) che, raggruppate in 48 pool, saranno sottoposte ad indagine virologica.
I territori monitorati questa settimana sono stati quelli dell'Alessandrino meridionale, del Cuneese orientale, del Novarese, del Verbano-Cusio-Ossola, del Vercellese e della parte meridionale della provincia di Torino.