23/07/2020 - Sorveglianza integrata del West Nile e Usutu virus, bollettino n. 1 del 23 luglio 2020

Bollettino WND 2020 01 2

Dall'inizio di giugno 2020 al 22 luglio 2020 non sono stati segnalati casi umani confermati di infezione da West Nile Virus (WNV) e neanche di Usutu virus. Lo riferisce il primo numero, per la stagione estivo-autunnale 2020, del bollettino periodico della sorveglianza integrata del West Nile e Usutu virus, curato dal Dipartimento di Malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS), con il coordinamento dell'Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute e in collaborazione con il Centro studi malattie esotiche (Cesme) dell'Istituto zooprofilattico sperimentale dell'Abruzzo e del Molise "Giuseppe Caporale" (Izs Teramo).

La sorveglianza veterinaria in cavalli, zanzare, uccelli stanziali e selvatici, ha confermato la circolazione del WNV in pool di zanzare catturate in Emilia Romagna (Provincia di Parma) e Lombardia (Provincia di Cremona). Le analisi molecolari eseguite nell'ambito della sorveglianza entomologica hanno identificato la circolazione del Lineage 2 del WNV.

Sono in corso di conferma positività riscontrate su zanzare catturate in Provincia di Cremona (trappola parlante anche per le Province di Brescia e Mantova), Lodi (trappola parlante per la Provincia di Piacenza) e Milano (trappola parlante per la Provincia di Pavia). Inoltre sono in corso gli esami di conferma su una cornacchia prelevata in Provincia di Torino.

Per maggiori informazioni, consultare il bollettino periodico n. 1 del 23 luglio 2020.

 

Pagina aggiornata a luglio 2020