Prevenire lo sviluppo delle zanzare in orti, giardini e cortili

Ecco alcuni esempi di contenitori comunemente presenti in orti, giardini e cortili che possono facilmente diventare focolai di sviluppo per la zanzara tigre e altre zanzare: secchi, vasche, abbeveratoi, bidoni, annaffiatoi, giocattoli di plastica, teli di nylon ecc. Tutti questi oggetti possono facilmente riempirsi di acqua piovana o per l'irrigazione, creando le condizioni ideali allo sviluppo della zanzara tigre.

E' quindi necessario prima di tutto eliminare i manufatti inutili (es. teli di nylon abbandonati), riporre rovesciati quelli che servono saltuariamente (es. annaffiatoi) e coprire quelli in uso (es. fusti e bidoni) con coperchi a chiusura stagna o una zanzariera ben tesa e fissata in modo da non lasciare spazi dai quali possano entrare delle zanzare.

Per le vasche ornamentali la soluzione più semplice è l'introduzione di pesci, ottimi predatori di larve di zanzara.

Negli spazi aperti di pertinenza delle abitazioni sono in genere presenti griglie, caditoie per lo scarico delle acque piovane e pozzetti d'ispezione terminali delle grondaie. Tutti questi manufatti sono spesso dotati di sifoni in cui ristagna una certa quantità d'acqua. Non essendo possibile chiuderli ermeticamente o svuotarli completamente, la migliore soluzione è quella di trattarli periodicamente con appositi prodotti larvicidi.

vasche

orto 2

bidone ok


     
  ATTENZIONE!  
  Siete dei privati cittadini e volete segnalare un problema nel vostro giardino o nel vostro orto? Scriveteci un'e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., compilate il form nella pagina Contatti del nostro sito oppure contattateci al numero verde 800.171.198 attivo da maggio a ottobre, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00  
     

Pagina aggiornata a febbraio 2020