Zanzare di bosco


GENERALITA'

Con il termine "zanzare di bosco", s'intendono tutta una serie di specie che hanno la caratteristica comune di svilupparsi in habitat forestali, tra i quali possono esserci anche i parchi cittadini. Queste zanzare possono essere suddivise in due gruppi: specie che si sviluppano nelle piccole raccolte d'acqua che si formano nei tronchi delle piante (cavi, contrafforti ecc.) e specie che si sviluppano solo in primavera, quando i boschi si allagano in seguito allo scioglimento delle nevi o alle piogge del periodo.

CICLO BIOLOGICO

Il ciclo biologico è simile, con differenze tra le specie che depongono le uova nei ristagni d'acqua che si trovano nei tronchi (es. Anopheles plumbeus), sulle parti legnose asciutte (ma che poi si sommergeranno) dei cavi degli alberi (es. Ochlerotatus geniculatus) o sul terreno che in primavera si allagherà (es. Ochlerotatus cantans).

 

COME SI DIFFONDONO

Si tratta di specie che raramente escono dalle zone boscose e pertanto tendono ad aggredire chi vi si addentra.

ABITUDINI ED HABITAT

Snow melt02

Tree hole

Come già accennato, si tratta di zanzare che colonizzano i boschi. Alcune di esse superano l'inverno esclusivamente allo stadio di uovo (es. Ochlerotatus cantans), altre anche a quello larvale (es. An. plumbeus). Vivendo nelle aree boscose, sono attive anche in pieno giorno.

 

 

 

 

 

RISCHI SANITARI

Non sono al momento stati segnalati particolari rischi sanitari legati alla presenza di queste zanzare.


Pagina aggiornata a febbraio 2018